Giovedi' 16 gennaio 2020

 Giovedì 16 gennaio
Ore 17.30  Via del Campo 29 rosso Genova
Ingresso libero

"Piero Ciampi e Genova - un’affinità inevitabile”.
Partecipano: Gianfranco Reverberi ,Laura Monferdini ,Antonio Vivaldi Michele Manzotti, Flavia Ferretti.

Tre personaggi, una città e un filo rosso che li unisce. Piero Ciampi, Fabrizio De André, Gianfranco Reverberi e Genova. La poesia e la canzone d’autore, il disagio e la tenerezza delle classi subalterne, l’amicizia e lo spirito anti-borghese. Un terreno comune che ha segnato una generazione di artisti e li fa incontrare di nuovo. Grazie al Premio Ciampi, che inaugura la sua 25° edizione, quella che celebra i 40 anni dalla scomparsa di Piero Ciampi, fuori da Livorno, per la prima volta. Si va a Genova, giovedì 16 gennaio, per un omaggio assai speciale: alle 17.30 presso Via del Campo 29 rosso - La casa dei cantautori genovesi, appuntamento con l’evento intitolato “Piero Ciampi e Genova – Un’affinità inevitabile”. Parteciperanno Gianfranco Reverberi (collaboratore artistico e grande amico di Ciampi), Flavia Ferretti (vincitrice del Premio Ciampi nel 1999), Laura Monferdini (responsabile di Via del Campo 29 rosso), Antonio Vivaldi e Michele Manzotti del Premio Ciampi – Città di Livorno. Nel segno dell’affinità e dell’amicizia tra il poeta e cantautore livornese e Fabrizio De André, la manifestazione promossa dall’associazione culturale Premio Ciampi segna quest’anno il gemellaggio tra Genova e Livorno, che sarà coronata all’interno dello spazio istituzionale allestito dal Comune di Genova in uno dei luoghi del centro storico diventati celebri non solo per l’aspetto caratteristico, ma anche perché cantati da Faber. Capoluogo ligure che ha dato i natali anche a Gianfranco Reverberi, e dove Piero Ciampi passò nel 1957, senza una lira in tasca, in fuga dall’inquietudine e dall’insoddisfazione, diretto verso quella Parigi che lo ribattezzò “L’italianò”. «Bisogna pagar pegno a Piero Ciampi», sosteneva De André, che la sera del 27 novembre 1997, sul palco del Teatro La Gran Guardia di Livorno ricevette il Premio Ciampi e allora disse: «Piero Ciampi aveva torto quando disse: morto un poeta se ne fa un altro. Infatti, quando morì, un altro come lui non c’è più stato». Su quel palco, quella sera, c’era anche suo figlio, Cristiano De André, che sarà presente a Livorno il 19 gennaio per la serata finale del Premio Ciampi al Teatro Goldoni, dove si esibirà e ritirerà il Premio speciale che la giuria ha deciso di assegnarli. Un cerchio che si chiude, il passato e il presente. Diceva Goethe nel suo romanzo “Le affinità elettive”, a proposito dell’artista: “Le sue opere lo lasciano, come gli uccelli il nido in cui furono covati”. Nel ricordo sta il segreto per non disperderle.

Sabato 18 gennaio 2020

  • Bottai
    Francesco Bottai
  • La Tram Rocchi
    La Tram - Silvia Rocchii
  • Guarnaccia Maicol
    Francesco Guarnaccia - Maicol & Mirco
  • Pira Timpano
    Giovanni Timpano - Dr. Pira
  • Taddei Angelini
    Taddei & Angelini

    Sabato 18 gennaio
    Ore 16.00 Villa Mimbelli - Sala degli specchi
    Via San Jacopo in Acquaviva, 63 Livorno. Ingresso libero

    Ventesima edizione del Premio Ciampi L’altrarte a cura  di Riccardo Bargellini e Alessandra Poggianti in collaborazionecon Carico Massimo. L’artista Anna Scalfi Eghenter (segnalata da Cesare Pietroiusti) sarà presentatada Cecilia Canziani; l’artista Aldo Piromalli (segnalato da Dora García) rappresentato da Giulia Girardellosarà presentato da Alessandro Manca e MattiaPellegrini. Seguirà una perfomance musicale eseguitada Marco Lenzi scritta da Aldo Piromalli.

    Ore 21:00 Studio Gennai
    Via San Bernardo, 6 Pisa . Ingresso Libero

    Seconda edizione di “Piero Ciampi a fumetti” con Dr.Seconda edizione di “Piero Ciampi a fumetti” con Dr.Pira, Francesco Guarnaccia, Giovanni Timpano, LaTram, Maicol & Mirco, Silvia Rocchi e Taddei & Angelini.Alcuni dei migliori talenti del fumetto italiano siconfrontano con l’opera dell’artista livornese, per unatrasposizione visiva delle sue canzoni. Inaugurazionedella mostra delle tavole originali e incontro con gli autoria cura di Guido Siliotto. A seguire, un “Omaggio aPiero Ciampi” di Francesco Bottai, concerto-tributo, trabrani originali, cover e qualche sorpresa.
    Recensione di Verso Blu

    La ventesima edizione del Premio Ciampi L’Altrarte a Livorno, la seconda di “Piero Ciampi a fumetti” a Pisa con il concerto – tributo di Francesco Bottai

    Sabato 18 gennaio due eventi a ingresso libero: si comincia alle ore 16 a Villa Mimbelli, mentre alle 21 il Premio Ciampi torna a Pisa negli spazi dello Studio Gennai

     Non solo musica. Se il verbo di Piero Ciampi può attraccare nei cuori delle nuove generazioni è grazie all’apertura verso linguaggi e forme espressive capaci di travalicare i confini della forma canzone, per interpretarla e rappresentarla in un modo che restituisce freschezza e curiosità, rispetto e nuovi punti di vista. Sabato 18 gennaio la terza giornata del Premio Ciampi – Città di Livorno comincia varcando le soglie di Villa Mimbelli, nella maestosa Sala degli Specchi, che alle ore 16 accoglie la ventesima edizione del Premio Ciampi L’Altrarte “Si alzino le vele”, a cura di Riccardo Bargellini e Alessandra Poggianti, in collaborazione con Carico Massimo. L’artista Anna Scalfi Eghenter (segnalata da Cesare Pietroiusti) sarà presentata da Cecilia Canziani. Artista e sociologa, Anna Scalfi Eghenter articola parole e performance in cui azioni, progetti, laboratori e ricerche si ripetono e rincorrono alcuni punti fermi: la volontà di situarsi dentro una contemporaneità vissuta in prima persona che garantisce la possibilità di correre anche a ritroso nella storia intima e sociale; la necessità di misurarsi con le regole e con i processi che ne derivano, dalla burocrazia all’impedimento, dalla politica al gender; l’urgenza di inserirsi nelle maglie della società e di contestualizzare senso e azione della pratica artistica. Altro protagonista del Premio è Aldo Piromalli (segnalato da Dora Garcia): rappresentato da Giulia Girardello, sarà presentato da Alessandro Manca e Mattia Pellegrini. Protagonista della scena beat romana degli anni ’60, Piromalli sviluppa la sua vena creativa partecipando a svariate letture pubbliche di poesia, quindi pubblica nel 1971 la sua prima antologia. Una vita travagliata lo porta a trasferirsi nei Paesi Bassi e misurarsi con l’arte di strada e il design, mentre gira l’Europa in autostop e colleziona esperienze che alterna alla sua produzione, tra cui il poema il poema spontaneo e ciampiano “Affanculo”, che risale alla fine degli anni ’70 e crea un certo scalpore, ma gli regala una breve e insperata notorietà. Il suo archivio artistico arriva fino ai giorni nostri e si distingue per una singolare e ormai pluridecennale attività di mail art. Da Livorno, il Premio Ciampi si sposta a Pisa, alle ore 21, per tornare negli spazi dello Studio Gennai (in via San Bernardo 6), teatro di due iniziative: la seconda edizione di “Piero Ciampi a fumetti” con Dr. Pira, Francesco, Guarnaccia, Giovanni Timpano, La Tram, Maicol & Mirco, Silvia Rocchi e Taddei & Angelini. Alcuni dei migliori talenti del fumetto italiano si confrontano con l’opera dell’artista livornese, per una trasposizione visiva delle sue canzoni. Guido Siliotto curerà la presentazione della mostra con le tavole originali e l’incontro con gli autori protagonisti. A seguire, “Omaggio a Piero Ciampi” di Francesco Bottai, concerto – tributo tra brani originali, cover e qualche sorpresa. Cantautore e attore di teatro, Bottai è un volto noto e legato al Premio Ciampi (nel 2007 vinse con i Gatti Mézzi il Premio per l’Omaggio a Stefano Ronzani), quindi un gradito ritorno in veste solista.

     

    Domenica 19 gennaio 2020

     
    • Cristiano De Andr2
      Cristiano De Andrè
    • Oma
      Orchestra Multietnica di Arezzo
    • Bottai
      Francesco Bottai
    • Novi Pellegrini
    • Pellegrini  Trio
      Andrea Pellegrin, Nino Pellegrini, Michele Vannucci
    • Letti Sfatti
      Letti Sfatti
    • Libri1
    • Libri2
    • Valigeirosse

      Domenica 19 gennaio
      Ore 10.30 Cimitero della Misericordia

      Omaggio alla tomba di Piero Ciampi

      Ore 11.30 via Roma

      Iniziativa presso la casa natale di Piero Ciampi ed AmedeoIniziativa presso la casa natale di Piero Ciampi ed AmedeoModigliani.

      Ore 16.30 Teatro Goldoni - Sala Mascagni
      Via Carlo Goldoni, 83 Livorno

      Premiazione dei vincitori della decima edizione del PremioPremiazione dei vincitori della decima edizione del PremioCiampi Valigie Rosse: Haydar Ergülen per la sezione stranieracon “Poesie scelte (1982-2018)” tradotto da NicolaVerderame. Per la sezione italiana, Giulia Rusconi “Attounico”, con una nota di Paolo Maccari.

      Ore 18.00

      Presentazione dei libri: “Pinelli – Una storia” di PaoloPresentazione dei libri: “Pinelli – Una storia” di PaoloPasi, “Che non ci sono poteri buoni” di Paolo Finzi, “Incanto– Viaggio nella canzone d’autrice” di Fausto Pellegrini,“Il lanciatore di donne e altri racconti” (libro + cd)di Jennà Romano, “La nave dei folli – Vita e canti di IvanDella Mea” di Alessio Lega.

      Ore 20.45 Teatro Goldoni

      Concerto con:
      Cristiano De André (Premio Speciale)Orchestra Multietnica di Arezzocon Andrea Scanzi e Paolo BenvegnùLa CrusOmar PedriniAndrea Pellegrini Trio di Livornocon Tommaso Novie Francesco “Maestro Pellegrini”Letti SfattiAldo Galeazzi

      Presenta: Paolo Pasi

      Ingresso: € 15,00Prevendita: Teatro GoldoniPunti vendita del circuito Ticketone Biglietteriaon-line: www.goldoniteatro.it - www.boxofficetoscana.itwww.ticketone.itPer info: Biglietteria Teatro Goldoni: 0586204290 

      orario: martedì/giovedì dalle 10.00 alle 13.00;orario: martedì/giovedì dalle 10.00 alle 13.00;mercoledì/venerdì/sabato dalle 16.30 alle 19.30.Associazione Premio Ciampitel: 0586426888 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

      Una giornata intera di eventi tra omaggi, incontri, libri, poesia e il gran concerto finale
      del Premio Ciampi – Città di Livorno al Teatro Goldoni
      Recensione di Verso Blu

      19/1/1980 – 19/1/2020: a 40 anni esatti dalla morte di Piero Ciampi si chiude la 15° edizione della manifestazione a lui dedicata con una domenica ricca di appuntamenti a partire dalle 10.30

       “Piero Ciampi ieri, oggi e domani”. Con questo titolo la 25° edizione del Premio Ciampi – Città di Livorno suggella il suo programma nel giorno in cui, domenica 19 gennaio 2020, saranno trascorsi esattamente 40 anni da quando il poeta e cantautore livornese salutò il mondo per andare a sedersi a un tavolo apparecchiato fra le stelle. Stringersi intorno alla sua figura e al suo ricordo è un dovere che abbraccia la città attraversando luoghi interessati da un programma itinerante per la giornata finale della manifestazione promossa dall’Associazione culturale Premio Ciampi. Si comincia alle 10.30 al Cimitero della Misericordia con l’omaggio alla tomba di Piero Ciampi, dove tutti sono invitati a recarsi senza toni dimessi, magari accompagnati da un gesto, che sia una lettera, una poesia, una bottiglia di vino, qualcosa che si lega al mondo di Piero. Alle 11.30, invece, appuntamento in via Roma per l’iniziativa presso la casa natale di Piero Ciampi e quella di Amedeo Modigliani, per l’appunto l’una di fronte all’altra. Due balconi e un manipoli di artisti affacciati si esibiranno in una performance unica quanto emozionante. Il Teatro Goldoni aprirà le porte al Premio Ciampi a partire dalle ore 16.30, orario fissato per la premiazione dei vincitori della 10° edizione del Premio Ciampi Valigie Rosse, sezione dedicata alla poesia: sono Haydar Ergülen per la sezione straniera con “Poesie scelte (1982-2018)” (tradotto da Nicola Verderame) e Giulia Rusconi per la sezione italiana con “Atto unico”, con una nota di Paolo Maccari. Alle ore 18 cade il tradizionale appuntamento dedicato ai libri: nell’ordine saranno presentati “Pinelli – Una storia” di Paolo Pasi, “Che non ci sono poteri buoni” di Paolo Finzi, “Incanto – Viaggio nella canzone d’autrice” di Fausto Pellegrini, “Il lanciatore di donne e altri racconti” (libro + cd) di Jennà Romano, e “La nave dei folli – Vita e canti di Ivan Della Mea” di Alessio Lega. La musica torna protagonista al Teatro Goldoni alle 20.45 con il gran concerto finale che chiama in causa molti dei protagonisti che hanno animati le edizioni precedenti della manifestazione e sarà anche l’occasione per rievocare un momento davvero speciale per il Premio Ciampi: il concerto di Fabrizio de André del 1997 (in cui Fabrizio parlò di Piero in modo straordinario). Quella sera, al Teatro La Gran Guardia, con il padre c’era anche Cristiano de André, che il 19 gennaio si esibirà al Goldoni in chiave acustica, rendendo omaggio a Piero. Per l’occasione, Cristiano riceverà il Premio Speciale della Giuria. Il cast del concerto finale realizza, tra gli altri, un singolare connubio tra l’Orchestra Multietnica di Arezzo diretta da Enrico Fink, il noto giornalista Andrea Scanzi e Paolo Benvegnù, autore di grande sensibilità che nel 1997 vinse il premio Ciampi insieme agli Scisma. La poliedricità di Piero come autore verrà messa in evidenza dagli arrangiamenti in chiave jazz dei suoi pezzi ad opera del Trio di Livorno, guidato dal pianista Andrea Pellegrini. Con loro Tommaso Novi (già nei Gatti Mézzi) e Francesco “Maestro Pellegrini” degli Zen Circus. Sul palco del Teatro Goldoni saliranno poi i Letti Sfatti, altri vincitori del Premio Ciampi, appassionati rivisitatori in chiave rock del repertorio di Piero, e lo scrittore livornese Aldo Galeazzi, ciampiano da sempre. La serata sarà condotta da Paolo Pasi. L’ingresso è a 15 euro, con prevendite aperte presso il Teatro Goldoni e sul circuito Ticketone. 

       

       

       

      Venerdi' 17 gennaio 2020

       

      • Scommegna Bertasi
        Arianna Scommegna-Giula Bertasi
      • Sambo Bardi
        Nico Sambo-Antonio Bardi

        Venerdì 17 gennaio 
        Ore 18.00 Studio di Architettura 70m2
        Via Poggiali, 10 Livorno. Ingresso libero

        “…. e Bastava un’inutile Carezza a Capovolgere il mondo” 

        Racconto anarchico e poetico di Piero Ciampi. Unprogetto di Arianna Scommegna e Massimo Luconi.Con Arianna Scommegna ed alla fisarmonica GiuliaBertasi. Durante la serata 70m2 presenterà in anteprima“Tinta Unita”, progetto che sarà sviluppato nelcorso dell’anno a partire da un colore, per l’occasioneil verde come “Tutto verde”, frase tratta dalla canzone“La passeggiata” di Piero Ciampi che da il titoloalle opere grafiche in esposizione di Manuela Sagonadell’Atelier Blu Cammello.

        Venerdì 17 gennaio 
        Ore 21.30 Mercemarcia
        Voa Guglielmo Oberdan. Ingresso libero

        “Sporca estate - scatti dal porto delle illusioni”
        Mostra fotografica di Daniele Stefanini a seguire 
        “Nel portodelle illusioni - Omaggio a Piero Ciampi” di Nico Sambo ed Antonio Bardi.

        Un recital anarchico e poetico, la presentazione del progetto “Tinta unita” e una mostra fotografica e il concerto di Nico Sambo e Antonio Bardi
        recensione di Verso blu

        Venerdì 17 gennaio una full immersion nel mondo di Piero Ciampi attraverso immagini, parole e musica in due appuntamenti: alle 18 allo Studio di Architettura 70m2 e alle 21.30 da Mercemarcia
         Il “porto delle illusioni” è un approdo mistico dove succedono cose che sospendono il giudizio e trasudano di talento e apprensione, ricerca e abbandono alle contaminazioni che, quando l’acqua incontra la terra ferma scatena, riservano sorprese. Dopo l’apertura a Genova, la seconda giornata della 25° edizione del Premio Ciampi – Città di Livorno si svolge tutta all’ombra dei 4 Mori e presenta due appuntamenti per venerdì 17 gennaio. Si comincia alle ore 18 presso lo Studio di Architettura 70m2 (in via Poggiali 10, ingresso libero), ormai un riferimento stabile per la manifestazione che quest’anno celebra i 40 anni dalla scomparsa di Piero Ciampi. “… e Bastava un’Inutile Carezza a Capovolgere il Mondo” è un racconto anarchico e poetico di Piero Ciampi scaturito da un progetto di Arianna Scommegna e Massimo Luconi. Lo spettacolo è un viaggio dentro l’universo dell’artista livornese scomparso nel 1980, basato esclusivamente sulle parole delle sue canzoni e su alcune poesie, realizzando un recital che indaga il percorso esistenziale e poetico della sua anima. Le sue canzoni, il vino, le fughe, gli amori nella grande poesia di Piero Ciampi, un personaggio d’eccezione che reinventa la musica d’autore. Lo show vede protagoniste Arianna Scommegna e Giulia Bertasi alla fisarmonica; regia a cura di Massimo Luconi. Contestualmente, ci sarà la presentazione in anteprima di “Tinta unita”, progetto che sarà sviluppato nel corso dell’anno a partire da un colore, per l’occasione il verde come “Tutto verde”, frase tratta dalla canzone “La passeggiata” di Piero Ciampi che dà il titolo alle opere grafiche in esposizione di Manuela Sagona dell’Atelier Blu Cammello. La serata prosegue, dalle 21.30, da Mercemarcia, spazio dedicato alle arti visive che si trova in via Oberdan 14. Ci sarà una mostra fotografica di Daniele Stefanini, intitolata “Sporca esatte – scatti dal porto delle illusioni”, e a seguire il concerto “Nel porto delle illusioni – Omaggio a Piero Ciampi” di Nico Sambo (voce e chitarra acustica) e Antonio Bardi (chitarra elettrica), che eseguiranno brani del repertorio di Piero Ciampi dagli album “Piero Ciampi” (1971) e “Io e te abbiamo perso la bussola” (1973). Musicista e cantautore livornese, Nico Sambo ha pubblicato dal 2011 cinque album spaziando dall’elettronica strumentale al cantautorato. Suona chitarre elettriche, sintetizzatori, basso e organo. Nel 2019 è uscito il suo ultimo disco, “Cose lette e non lette”. Antonio Bardi è chitarrista dei Virginiana Miller, coi quali ha pubblicato sette album in studio e uno dal vivo. Recentemente ha partecipato alle registrazioni dell'ultimo album di Nico Sambo e fa parte della band che lo accompagna dal vivo.